Skip to content

Architettura - Obiettivi formativi - Autonomia di giudizio

ll laureato in Architettura deve avere la capacità di raccogliere elementi, dati e informazioni sapendoli valutare e interpretare al fine di poter elaborare un giudizio autonomo e governare problemi complessi. Lo studente dovrà anche saper formulare pareri personali inediti con particolare riferimento alle problematiche specifiche relative alle diverse discipline quali quelle della progettazione architettonica e urbana, della costruzione, del restauro, della pianificazione urbanistica e territoriale, del paesaggio e della tecnologia, sulla base delle informazioni ricevute negli insegnamenti o acquisite autonomamente.
L'autonomia di giudizio acquisita dallo studente sarà verificata in itinere, attraverso le revisioni e le prove di esame, nonché nell'analisi delle attività e nella composizione degli elaborati relativi alla prova finale.